Il presidente dell’Erba intervistato da IlSole24ore sulla sentenza Tercas

Per le Bcc suona di buon auspicio per il debutto delle capogruppo e, soprattutto, del nuovo assetto della vigilanza, che sarà duplice. Una riguarderà il rispetto delle finalità mutualistiche da parte delle Capogruppo (entro il 31 marzo il Mise deve emanare i decreti attuativi), l’altra è quella prudenziale, più nota, in capo a Bce e Banca d’Italia: «Ci auguriamo che tenga nel giusto conto il criterio della proporzionalità e le specificità di Iccrea e Ccb in qualità di capogruppo di gruppi bancari cooperativi, di natura non partecipativa ma contrattuale, novità assoluta in Europa. La capogruppo è al servizio delle proprie azioniste, le Bcc, che a loro volta sono controllate in forza del contratto di coesione», dice Augusto dell’Erba, presidente di Federcasse.

Leggi l’articolo completo