BCC di Castellana: utili in crescita.

Castellana Grotte, 27 agosto 2018 – La Cassa Rurale ed Artigiana di Castellana Grotte il 27 agosto 2018 ha esaminato i risultati di conto economico e patrimoniali conseguiti al 30 giugno 2018.

La banca ha chiuso il primo semestre con l’utile netto in crescita a 3,26 milioni di euro, in notevole incremento rispetto ai 686 mila euro della semestrale 2017.

I principali margini reddituali sono risultati positivi e in crescita rispetto al corrispondente risultato di periodo: il margine di interesse ha raggiunto gli 8,9 milioni di euro (+20,7%) mentre il margine di intermediazione è risultato pari a 15,5 milioni di euro (+41,2%).

Nei primi sei mesi dell’anno gli impieghi alla clientela si sono attestati a 330 milioni di euro e la raccolta complessiva ha raggiunto i 541 milioni di euro. In particolare, la raccolta diretta da clientela ha registrato un incremento del 4,88% sul 31.12.2017, attestandosi a 450 milioni di euro.

I Fondi Propri hanno raggiunto i 73,7 milioni di euro.

Confermata l’elevata solidità patrimoniale: al 30 giugno 2018, con riferimento agli indici di vigilanza prudenziale, il CET 1 Ratio e il Total Capital Ratio sono pari al 24,56%, in crescita rispetto al 23,4% di fine 2017, ed ampiamente superiori al requisito SREP fissato da Banca d’Italia, rispettivamente, al 7,356% e all’11,626%.

Gli importanti risultati economico-patrimoniali sono stati raggiunti unitamente al perseguimento dell’obiettivo della riduzione dei crediti anomali.

I crediti deteriorati netti sono scesi al 6,75% degli impieghi verso clientela. Tale riduzione è il risultato del notevole incremento della copertura dei suddetti crediti anomali, che è passata dal 52,16% al 61,35% (in particolare, il coverage delle sofferenze è stato elevato sino al 71,23%).

Nell’ambito della strategia volta al perseguimento della riduzione dei crediti deteriorati lordi, la Cassa ha aderito alla cessione di crediti in sofferenza promossa dal Gruppo Bancario Iccrea. Tale operazione rientra nella più ampia strategia di riduzione dei crediti anomali, per la quale la Cassa Rurale di Castellana conta di ottenere ulteriori miglioramenti sull’NPL ratio.